L’Opera Beato Bartolo Longo è presente nel territorio pugliese da oltre trentotto anni.

Promossa e costituita, nel 1980, dal sac. Francesco GALIANO, attuale Presidente, con il sostegno del compianto mons. Armando FRANCO, Vescovo di Oria, reca, nella sua mission, la traduzione evangelica, e conciliare, dell’ascolto della parola e della fede nel Cristo, morto e risorto, nella pastorale della carità e della solidarietà a favore degli ultimi, attraverso la lettura attenta dei segni dei tempi e il travaglio dell’incarnazione nella storia.

Ha sede legale nella Città di Latiano, e conta su diverse unità di personale, tra lavoratori subordinati e collaboratori, oltre a molteplici consulenti esterni, e numerosi volontari, afferenti all’Associazione Amici e Volontari dell’Opera BBL.

Eroga, attraverso la Fondazione omonima, servizi alla persona, anche attraverso strutture complesse di cui è titolare e gestore, e, precipuamente, interventi socio-educativi e riabilitativi, in favore di disabili psichici, tossicodipendenti, minori e famiglie in condizioni di disagio, oltre che prestazioni per il contrasto delle povertà.

In particolare:

  1. il Consultorio Familiare Beato Bartolo Longo, a Latiano, servizio di ispirazione cristiana, a favore della famiglia, tra i primi formalmente riconosciuti dalla Regione Puglia, ai sensi della L.R. 30/77: aderisce all’UCIPEM (Unione Consultori Italiani Prematrimoniali e Matrimoniali), e a CFC (Confederazione Consultori di Ispirazione Cristiana), collabora con il Forum Nazionale delle Associazioni Familiari e con l’Associazione Nazionale Scienza & Vita;
  2. la Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica (CRAP) Mons. Armando Franco, a Latiano, struttura residenziale sanitaria per disabili psichici, accreditata, per 15 posti, presso la Regione Puglia: nata nel 1981, in attuazione della Legge Basaglia, risulta tra i primi Centri Riabilitativi per Disabili Psichici, alternativi al manicomio, in Puglia;
  3. la Comunità Alloggio Amicizia, a Latiano: struttura residenziale sanitaria per disabili psichici che abbiano raggiunto un sufficiente grado di autonomia, accreditata, per 8 posti, presso la Regione Puglia;
  4. la Casa per la Vita Madonna del Rosario, a Latiano, struttura residenziale socio-sanitaria, a media e bassa intensità, autorizzata al funzionamento ed iscritta al competente Registro Regionale: accoglie, su invio dei Centri di Salute Mentale delle AA.SS.LL, sino a 16 utenti con problematiche psicosociali, e pazienti psichiatrici stabilizzati, usciti dal circuito psichiatrico riabilitativo residenziale, privi di validi riferimenti familiari, e che necessitino di sostegno nel mantenimento del livello di autonomia e nel percorso di inserimento o reinserimento sociale e/o lavorativo;
  5. La Comunità Educativa per Minori Avvenire, a Latiano, struttura residenziale socio-educativa, autorizzata al funzionamento e iscritta al competente Registro Regionale: accoglie sino a 10 minori, prevalentemente preadolescenti e adolescenti, sottoposti a procedimenti civili e/o in affido presso i servizi sociali, o imputati di reati di diverso genere e grado, e/o impegnati in progetti di messa alla prova, collocati con provvedimento dell’Autorità Giudiziaria (in virtù di apposita convenzione con il Centro Giustizia Minorile di Bari), o immigrati (su riconoscimento della Prefettura di Brindisi, e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali);
  6. il Centro di Ascolto e Solidarietà don Rosario Ribezzi, a Latiano, in convenzione con il Banco Alimentare, eroga interventi concreti di accoglienza, ascolto e aiuto, a favore delle persone e delle famiglie multiproblematiche, per il contrasto delle povertà;
  7. gli Sportelli di Ascolto, socio-psico-pedagogici, d’intesa con i rispettivi Dirigenti Scolastici, ed in virtù di deliberazione dei rispettivi Collegi dei Docenti, presso gli Istituti Scolastici del territorio brindisino.

In ragione dei servizi storicamente offerti, e delle molteplici strutture complesse, di cui è titolare, la Fondazione OBBL è convenzionata, da anni, con l’Università del Salento, con l’Università degli Studi di Bari, e con organismi di formazione, per tirocini formativi e stage.

L’Opera realizza, inoltre, una diffusa e autorevole azione culturale di pedagogia sociale e di promozione attiva della partecipazione democratica, della legalità e della cittadinanza, attraverso percorsi mirati d’informazione, sensibilizzazione ed inculturazione, volti all’implementazione del Welfare nelle comunità locali.

In tal senso, il Centro Studi III Millennio, sorto, da alcuni anni, in seno alla Fondazione, quale espressione più avanzata nell’ambito della comunicazione sociale, della progettualità innovativa, dello studio e della ricerca, promuove, ogni anno, a Francavilla Fontana, fin dal 2002, il Meeting della Cittadinanza Piena e Universale, con l’intervento di esperti di chiara fama dell’intero territorio nazionale, mostre ed eventi di grande richiamo.